Memorandum d’intesa tra il Ministero per i Romeni all’Estero e l’INCA-Cgil

Firmato a Bucarest un accordo d’intesa e cooperazione tra INCA CGIL, ITACA e il Ministero per i Romeni all’Estero

Nella mattinata del 15 gennaio 2019, a Bucarest, nella sede del Ministero per i Romeni all’Estero è stato siglato il memorandum di collaborazione, scambio e informazione reciproca tra il Ministero romeno stesso, l’INCA CGIL e ITACA asbl.

Il testo, siglato dal Ministro Natalia-Elena Intotero, dalla Presidente dell’INCA CGIL Morena Piccinini e dal Presidente di ITACA asbl Andrea Malpassi, sancisce la collaborazione già avviata dalle tre strutture in materia di aiuto, assistenza, informazione, ricerca e analisi sulla “diaspora romena” verso l’Italia, l’Europa e il resto del mondo.

L’INCA CGIL e ITACA hanno messo a disposizione del Ministero per i Romeni all’Estero la propria esperienza e le proprie competenzenell’assistenza ai lavoratori migranti, nonché la propria rete di presenze territoriali –in Italia e all’estero. Il Ministero è infatti determinato a fornire un profondo supporto informativo alle proprie comunità di cittadini romeni all’estero, nonché a favorire le vie che possano portare al loro ritorno in Patria: per questo vede nella collaborazione con l’INCA e con ITACA uno strumento privilegiato per arrivare a contattare i propri concittadini espatriati, fornire loro le informazioni più corrette e mettergli così a disposizione strumenti di assistenza e tutela.

I progetti da mettere in campo sono già molti. Riguarderanno innanzitutto i cittadini romeni che, dopo un periodo di lavoro in Italia, hanno deciso di trasferirsi in un altro Paese estero; si studieranno i motivi del loro trasferimento e cosa li abbia spinti maggiormente a non tornare ancora in Romania, le difficoltà incontrate nel passaggio dall’Italia ad altro paese e i diritti che –nel passaggio- hanno potuto o meno “esportare”. L’attenzione del lavoro comune si concentrerà anche su casi specifici, come nel caso del Regno Unito, dove la vigilia della Brexit mette i cittadini italiani e romeni nella stessa identica condizione di “cittadini comunitari” posti davanti a sicuri ma ancora imprevedibili cambiamenti di scenari normativi. Il Ministero romeno ha manifestato il proprio impegno prioritario nel favorire il “ritorno”dei propri concittadini all’estero: il memorandum di collaborazione aprirà iniziative comuni di informazione e comunicazione su quanto già realizzato e proposto dal Ministero e sull’elaborazione di nuovi progetti ed iniziative volte a questo.

In occasione della Presidenza Romena del Consiglio UE, si svolgerà a Bucarest il 18 marzo un incontro tra i rappresentanti istituzionali di tutti i Paesi europei e delle istituzioni comunitarie: il Ministro Intotero ha invitato in quell’occasione sia l’INCA CGIL che ITACA ad intervenire negli incontri che si svolgeranno sui temi della migrazione, dei diritti sociali e della Brexit.

Già nei prossimi giorni, l’associazione INCA Romania è stata coinvolta nelle iniziative che il Ministero ha messo in campo per promuovere il “rientro” dei propri connazionali all’estero.

E all’INCA Romania, in particolare, si deve il successo di questo memorandum: per la capacità che ha avuto di mostrare le proprie competenze e la propria affidabilità, per la serietà con cui mantiene gli impegni presi con le istituzioni locali e per la passione che mette ogni giorno nel proprio lavoro di aiuto, assistenza e tutela.

Per noi, per ITACA, è un altro straordinario riconoscimento del proprio impegno, delle propria rete diffusa e delle proprie competenze. Un riconoscimento della capacità nel mettere in campo e realizzare iniziative innovative sul tema delle migrazioni e delle mobilità internazionali, coniugando le esperienze acquisite negli anni ad una continua attenzione a ciò che cambia quotidianamente. Un riconoscimento, come in questo caso, che arriva addirittura dalle massime cariche istituzionali di uno dei principali paesi in cui siamo presenti.

Qui il video di racconto.

 

FONTEhttps://itacaonline.org/campagna/memorandum-inca-itaca-mrp/

Advertisement

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*