Enzo Soderini (Filef) porta al torneo di calcio di Viareggio la squadra multiculturale di New York

Una formazione molto originale ed unica quella del United Youth Soccer Stars di New York City, che parteciperà al 70° Torneo di calcio di Viareggio – famoso per far emergere giovani talenti –  assieme ad altre 25 squadre italiane e 15 di altri paesi e che si svolge nella città della Versilia dal 12 al 28 marzo.
Sono studenti  delle H. SCHOOL e alcuni del primo anno all’università che, oltre allo studio, lavorano per sostenere le spese per lo studio e per contribuire al reddito familiare. Vengono a Manhattan dai cinque boroughs: Bronx, Staten Island, Brooklyn, Queens, dal Long Island e dal New Jersey.
Provengono da oltre 12 differenti culture: Sud America, Africa, Europa ed Asia: Albania, Italia, Scozia, Polonia, Algeria, Giappone, ecc.
Per prepararsi, da oltre 3 mesi s’incontrano nel cuore di Manhattan per gli allenamenti affrontando l’intenso freddo e la pioggia in condizioni climatiche spesso proibitive. Ma il fascino del football è grande e fa sopportare anche questo !
Sono riusciti a costruire un rapporto molto bello e pieno di rispetto reciproco sia sul campo da gioco che nella vita sociale. Non e’ stato facile  selezionarli e organizzarli, ma è una grande soddisfazione vederli allenarsi e condividere le loro qualità e valori.
Con un lavoro volontario e un impegno costante questi ragazzi affronteranno clubs molto più noti  nel gruppo B del prossimo torneo di Viareggio: AC Milan, Atletico Indipendiente (Argentina) e Pro Vercelli.
 
Il gruppo e’ allenato da due italiani, di lungo corso: Enzo Soderini (Filef, New York), docente ed ex calciatore, con il vice  Francesco Ranieri che hanno curato i particolari tecnici e tattici e anche quelli culturali per creare un gruppo coeso e capace di esprimere tutte le potenzialità di cui i ragazzi dispongono.
Arriviamo in Italia con l’intenzione di vivere un esperienza particolare che indubbiamente temprerà il loro futuro come studenti e come atleti.
La componente interculturale, la forza delle diversità, sara’ un esempio di convivenza e di vera espressione della società in cui questi ragazzi vivono: la melting pot di New York City.
E quindi: in bocca al lupo allo United Youth Soccer Stars !
(Emigrazione Notizie)

Advertisement

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*