E’ scomparso Renzo Moricchi, presidente dell’Alef

Renzo Moricchi, il primo a destra, accanto a Cecilia Brumat, insieme ad un gruppo di giovani provenienti dall'Argentina

Il Presidente dell’Alef (Associazione Lavoratori Emigrati del Friuli-Venezia Giulia), Renzo Moricchi ha cessato di vivere questa mattina, 17 maggio 2017. Dopo una lunga esperienza di emigrazione in Svizzera durante il quale fu un apprezzato dirigente delle Colonie Libere, al rientro in Friuli ha diretto per molti anni l’ALEF, organizzazione fondata nel dicembre 1968 e aderente alla FIEI, che si occupa del sostegno e dell’organizzazione degli emigranti originari del Friuli Venezia Giulia residenti in Italia o all’estero.

In questi ultimi venti anni si è impegnato con numerose iniziative in collaborazione con la Cgil regionale, anche nell’inserimento sociale, culturale e lavorativo delle immigrate e degli immigrati e delle loro famiglie presenti in Friuli Venezia Giulia.

Una delle iniziative più significative realizzate da Renzo fu l’accoglienza e l’orientamento in Friuli dei figli e nipoti degli emigrati italiani in Argentina che tornarono in Italia all’epoca della grave crisi economica che colpì quel paese all’inizio degli anni 2000.

Numerose le iniziative di stage linguistici e formativi, di scambi culturali e promozionali tra il Friuli e i tanti paesi dell’emigrazione friulana che Renzo ha ideato e realizzato negli anni della sua presenza nel direttivo dell’Alef, organizzazione alla quale sono federati circa 50 Circoli friulani nel mondo e aderente alla rete Fiei, Filef e Istituto Santi.

Alla sua compagna Cecila Brumat anch’essa fortemente impegnata nell’Alef in Italia e in Argentina vanno le condoglianze della Fiei, dell’ Istituto Fernando Santi e della Filef.

 

Roma, 17 maggio 2017

Advertisement

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*